Torna alla Home
Ti trovi in: Home  »  Corso di Inglese, livello base intermedio  »  Il comparativo di maggioranza in inglese
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il comparativo di maggioranza in inglese

Il comparativo di maggioranza Il comparativo di maggioranza si forma nel modo seguente: a) nel caso di aggettivi e avverbi monosillabici, si aggiunge all'aggettivo o avvebio il suffisso -er Tale suffisso si aggiunge anche agli aggettivi o avverbi bisillabici terminanti in -y, -le, -er, -ow, nonchè a parecchi aggettivi, wsempre bisillabici, che siano accentati nell'ultima sillaba (es. remote, polite) es. Monosillabi: dear dearer big bigger thick thicker es. Bisillabi: in -y happy happier early earlier in -le simple simpler noble nobler in -er tender tenderer in -ow yellow yellower accentati sull'ultima sillaba severe severer sincere sincerer Nota Prima di aggiungere il suffisso -er bisogna tener conto delle seguenti regole ortografiche: 1) la e muta cade 2) la y preceduta da consonante si muta in i 3) se l'aggettivo termina con un'unica consonante preceduta da un'unica vocale accentata, la consonante finale si raddoppia. b) Per gli aggettivi ed avverbi che non siamo nè monosillabici nè bisillabici con le terminazioni suddette, il comparativo di maggioranza si ottiene premettendo all'aggettivo o avverbio more (più) beautiful more beautiful interesting more interesting Il comparativo dfi maggioranza riferito a sostantivi o a verbi, si forma con more. Study more. Studia di più. Il secondo termine di paragone è preceduto da than, che corrisponde alle forme italiane: di, che non, di quello che (non), di quanto (non), ecc. Tale secondo termine viene tradotto nello stesso caso del primo. Nota 1) Per quanto riguarda il secondo termine di paragone, fare attenzione se si tratta di soggetto o di complemento. Es. io ti amo più di lui Io amo te più di quanto io ami lui I love you more than him Io ti amo più di quanto egli ti ami I love you more than he does 2) Quando nella seconda parte della frase c'è soltanto il secondo termine di paragone, si può lasciarlo solo se è un nome, e sottointendere il verbo Tom drives more carefully than Mary (does) Tom guida più prudentemente di Maria Se però il secondo termine è un pronome, occorre aggiungere il verbo. Tom drives more carefully than she does Tom guida più prudentemente di lei.

Chiedi informazioni Stampa la pagina